È un momento di estremo fermento per la vita politica tunisina: il primo turno delle elezioni presidenziali, tenutosi domenica 15 settembre, sarà presto seguito dal secondo, ove salvo complicazioni si confronteranno i due candidati che hanno ottenuto un maggior numero di voti, Kais Saied e Nabil Karoui. Si avvicinano inoltre le elezioni legislative (altresì dette parlamentari), che si svolgeranno il 6 ottobre.

Se l’appuntamento elettorale si configura come critico e particolarmente delicato per tutti i Paesi, per la Tunisia lo svolgimento di queste elezioni presidenziali lo è in modo particolare, e per più ragioni.

Per scaricare il paper Registrati o effettua il Login (la registrazione è gratuita)

Registrazione