cover-elisa

Malgrado sia la nazione più sviluppata e avanzata dell’Africa subsahariana, fin dall’inizio dell’anno il Sudafrica ha dovuto confrontarsi con una serie di problemi: una crescita economica debole e un’instabilità politica che ha generato alti livelli di inflazione, volatilità e deprezzamento del rand. Alcuni scandali hanno compromesso l’immagine e la credibilità del presidente Jacob Zuma e dell’African National Congress (ANC), mettendo in discussione la legittimità dello storico partito egemonico. Un malessere confermato anche dal voto delle elezioni amministrative del 3 agosto 2016 in cui l’ANC ha perso terreno in molte aree metropolitane un tempo sue roccaforti. A ventidue anni dalla fine dell’apartheid lo Stato rimane diviso, frammentato e “duale”: si tratta non solo di un dualismo sociale ed economico, ma anche spaziale e sistemico.

Vai al Paper

Iscriviti alla newsletter.

Resta sempre aggiornato sulle nostre novità.

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

Continue Reading