Nuovi equilibri esterni in Nigeria contro Boko Haram-1

Tralasciando i piccoli contributi sporadici del Canada e di vari Paesi europei – tra cui UK, Francia, Ucraina, Repubblica Ceca, Bulgaria e Polonia – alla lotta della Nigeria contro il sanguinoso gruppo jihadista Boko Haram (BH) – attraverso autocarri, carri armati, veicoli ed aerei da trasporto, armi di vario calibro e munizioni – dal 2014 si può notare in maniera evidente un “interessamento” delle maggiori potenze mondiali nei Paesi del bacino del lago Ciad, impegnati in operazioni di counter-insurgency contro il gruppo terrorista nigeriano.

Da ciò deriva inevitabilmente una nuova geopolitica nella regione e, in maniera lungimirante, nell’intera area saheliana e nordafricana.

Vai all’Analisi

Iscriviti alla newsletter.

Resta sempre aggiornato sulle nostre novità.

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

Continue Reading

Scopri come possiamo collaborare.

Scrivi a institute@alphainstitute.it oppure

Contattaci