Anthropo Vi.2016-10-21T22:56:38+00:00

anthropo-vi-logo

Anthropo Vi.

Il Centro Studi Anthropo Vi. si occupa di ricerca e divulgazione nell’ambito delle scienze umanistiche e sociali, socio-antropologiche e artistiche. Il Centro persegue i suoi obiettivi impiegando i linguaggi espressivi della fotografia, della documentaristica audio-visuale e digitale, dell’illustrazione e della grafica, delle arti performative e sceniche.

I membri di Anthropo Vi. sono costantemente impegnati in campi etnografici – a livello nazionale e internazionale – al fine di documentare situazioni di interesse antropologico e culturale, tramite l’impiego sul campo dei mezzi audiovisuali e fotografici. Il Centro Studi promuove la ricerca sul tema dei rapporti esistenti tra le scienze umanistiche, la ricerca sociale e le discipline artistico-visuali. Anthropo Vi. si propone come alternativa innovativa alla ricerca istituzionale e accademica.

Anthropo Vi. nasce dall’intento di coniugare il fare dell’antropologia con i saperi e le pratiche delle arti visuali e performative. La novità dell’approccio visuale per l’antropologia è materia di studio in ambiente accademico, nell’ambito del quale, tuttavia, l’antropologia risente della fissilità metodologica e delle scarse possibilità all’innovazione concreta. Dagli anni sessanta-settanta ad oggi, si sono moltiplicate – originando un vivo dibattito circa le interconnessioni tra etnografia e arte – sia le riflessioni circa una certa “svolta antropologica” del fare artistico sia circa quel discorso antropologico più attento all’ambito artistico. L’antropologo James Clifford descrisse i vantaggi ricavabili dall’applicare le regole del procedere proprie della corrente artistica del surrealismo ai metodi etnografici, anche chiedendosi retoricamente se ogni etnografo “non abbia qualcosa del surrealista, del reinventore e del rimaneggiatore di realtà”. 

Anthropo Vi. ha fatto propria l’idea della possibilità della collaborazione di etnografi e artisti, che inserendosi in quegli spazi interstiziali esistenti tra i due ambiti di antropologia e arte, può condurre all’elaborazione originale di produzioni intellettuali che si caratterizzano per riuscire a compiere un andirivieni tra i porosi confini dei due ambiti. 

Vai al sito web