La sicurezza sanitaria nazionale alla prova dell’ondata migratoria

Il netto miglioramento delle condizioni di vita avvenuto nel corso dell’età moderna, unita alla disponibilità di nuovi farmaci e le azioni di profilassi svolte dalle vaccinazioni sono i principali fattori che hanno determinato una significativa riduzione delle malattie infettive nei paesi occidentali e ad alto reddito. Ma nell’epoca della globalizzazione, caratterizzata da una maggiore mobilità delle masse migratorie, si ha il concreto timore da parte dell’opinione pubblica che l’incontro con le popolazioni immigrate provenienti da paesi sottosviluppati possa comportare in Occidente il ritorno di patologie non più presenti sul suolo nazionale o caratteristiche di altri luoghi del mondo. In quest’analisi analizzeremo il fenomeno dell’immigrazione sotto l’aspetto epidemiologico, individuando le patologie più rappresentative, i protocolli sanitari di accoglienza e le prospettive future.

Per scaricare il paper Registrati o effettua il Login (la registrazione è gratuita)

Registrazione
 

2017-11-29T12:31:55+00:00 dicembre 6th, 2017|Difesa e Sicurezza, Pubblicazioni|